Poltroneri forza l’overtime e Lucarelli segna a raffica, gara 1 è della All Foods

La prima partita ai playoff nella storia della All Foods Fiorentina rimarrà facilmente nella memoria dei presenti a San Marcellino, in occasione di Gara 1 nella serie contro la Rekico Faenza. Un match che è andato a strappi e che è stato deciso da giocate individuali di altissimo pregio da una parte con Poltroneri (che ha acciuffato il tempo supplementare con una tripla difficilissima), Mazzucchelli, Lucarelli (super nell’overtime) e dall’altra con Donadoni, Perin (decisivo nella rimonta degli ospiti) e Casadei ( ex Firenze che manda a tabellino 18 punti e 14 rimbalzi).

Ci sono voluti infatti cinque minuti in più ai gigliati per vincere nuovamente la sfida, infatti prima sono riusciti ad andare in vantaggio anche di 20 punti (53-33) e poi con grande orgoglio sono riusciti a rimanere in linea di galleggiamento e sfoderare una bella prestazione al supplementare. Le note positive per coach Niccolai arrivano da diversi fronti, a partire da Longobardi che parte in quintetto ed è a buon punto per il rientro definitivo dal duro infortunio patito. Lo stesso vale anche per Sirakov, che ha segnato 12 punti in un amen ma ha avuto alcuni problemi di foga nei confronti degli arbitri ed è stato impiegato con parsimonia. Per i faentini invece bene Silimbani (12 punti) che con i tre compagni di squadra sopra menzionati sono stati gli artefici del 91% dei punti della propria squadra (72 su 79).

Leggi anche le pagelle: clicca qui.

I primi punti ai playoff della squadra viola portano la firma di Mazzucchelli. Dentro l’area Rosignoli è utilissimo ad inizio gara, traducendo in rimbalzi offensivi gli attacchi gigliati che danno il 9-6 (dopo 4′). Donadoni è in scia, si alza l’intensità e Faenza riesce ad impattare nuovamente sul 11 pari (al 6°). Entra all’ottavo minuto Sirakov, dopo il periodo d’infortunio, che realizza immediatamente una tripla dall’angolo innescando un parziale di 7-0, concluso con un meritato +6 dal buzzerbeater di Lucarelli (22-16).  Faenza non trova il fondo della retina per 5 minuti a cavallo tra primo e secondo periodo, nel frattempo infatti prosegue il break fino al 12-0 creato dalla coppia di esterni Sirakov-Bloise: Regazzi decide di chiamare un time-out (27-16 dopo 11′). Faenza segna solo dalla lunetta con Casadei trovando però molte seconde occasioni con i 9 rimbalzi offensivi; si arriva al 22-31 proprio su rimbalzo in attacco di Donadoni (dopo 15′). Da qui in poi iniziano a scaldarsi gli animi in campo con Sirakov che prende un fallo tecnico lasciando il campo, intanto il punteggio è ancora distaccato di circa 10 punti: 31-40 a metà partita.

Otto punti di fila di Mazzucchelli fanno iniziare alla grande il secondo tempo per i padroni di casa con il +17 dopo 23’ (31-48). Faenza in attacco ha dei problemi ad impostare il gioco, difficilmente riesce ad andare al tiro ma è Donadoni a suonare la carica e risalire lentamente sul 53-37 (al 26°). Dopo un antisportivo e tecnico dati a Donadoni e alla panchina di Faenza la Fiorentina non massimizza quello che gli vengono assegnati, quindi Perin con tre triple fa un 9-2 devastante che fa -9 per 48-57 di metà gara. Il quarto periodo è tutto di marca ospite, anche l’operato degli arbitri con alcune decisioni rivedibili aiutano il recupero di Faenza. Ma tornando al parquet, è ancora il classe 1997 Donadoni a mettersi in gioco con penetrazioni e brillanti azioni in post, è poi determinante Silimbani per il -3 (56-59 dopo 35’) con il pareggio che arriva poco dopo ai liberi con un glaciale Perin (al 37°). Nonostante delle splendide giocate di Poltroneri e Mazzu, Faenza arriva con la palla per il sorpasso capitalizzata appieno grazie all’isolamento di Perin che scaglia una super tripla (64-67 a 32’’ dal termine). L’overtime a questo punto sembra insperato, ci pensa Poltroneri mettendosi in proprio e segnando una tripla decisiva lasciando pochissimi secondi sul tabellone e forzando il supplementare.

La tripla di Poltro acquista ancor più importanza negli ultimi 5′ grazie ad un Lucarelli caldissimo: in quaranta secondi mette due triple per il 73-69 (42′). La Rekico non molla ma Mazzucchelli è encomiabile (ottima difesa e 5/7 da tre punti) ed arriva il 78-70 (43′) con i viola che non si volteranno più indietro e che vanno 1-0 nella serie. Appuntamento mercoledì a Faenza per gara 2.

Guarda le interviste post-partita di Niccolai, Mazzucchelli e Casadei.

All Foods Fiorentina 87
Rekico Faenza 79
dopo un supplementare

ALL FOODS FIRENZE: Mazzucchelli 17 (1/1, 5/7),Poltroneri 15 (2/7, 3/8), Lucarelli 12 (2/4, 2/4), Longobardi 6 (3/6, 0/2), Rosignoli 9 (3/7 da 2); Sirakov 12 (2/4, 2/4), Marengo 9 (0/3, 1/3), Bloise 7 (1/5, 1/8), De Leone, Bevilacqua ne. All.: Niccolai.

REKICO FAENZA: Boero (0/2 da 3), Perin 21 (3/5, 4/11), Donadoni 21 (9/10, 1/4), Iattoni 3 (0/1 da 2), Casadei 18 (3/9, 1/7); Silimbani 12 (4/11, 0/2), Benedetti 4 (1/1 da 2), Pini (0/2, 0/1), Maccaferri (0/3, 0/2), Penserini (0/1 da 3). All.: Regazzi.

Arbitri: Roca e Rodia.
Parziali: 22-16, 40-31, 57-48, 67-67.
Note: Percentuali dal campo: All Foods 14/37 da 2, 14/36 da 3. Rekico 20/42 da 2, 6/30 da 3. Tiri Liberi: All Foods 17/21, Rekico 21/26. Usciti per 5 falli: Mazzucchelli, Lucarelli e Iattoni. Spettatori 650.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter