Next game: Enegan Affrico – Acmar Ravenna

E’ arrivato il giorno del big match. Oggi (palla a due ore 18.30) l’ riceve la visita della capolista Acmar Ravenna. Si gioca la nona giornata del girone B di Divisione Nazionale B. Seconda contro prima: nelle prime otto giornate Affrico e Ravenna hanno perso una partita sulle sedici complessivamente disputate.

L’Acmar arriva al PalaAffrico con un ruolino di marcia intonso. Tanti gli stimoli per una sfida attesissima, che richiamerà nell’impianto di Viale Fanti tutti gli appassionati biancoblù.
NEWS BIANCOBLU’ – Sempre assente Giovanni Fattori. Tutti a disposizione gli altri giocatori. L’Enegan si presenterà quindi a referto con gli stessi dieci elementi visti contro sabato scorso contro Rimini.
LE PAROLE DI GIORDANI – “Incontriamo la capolista, una squadra che non ha mai perso. Per l’Affrico è un test, una sfida che ci regala tante motivazioni. Dopo questa partita, mancheranno ancora ventuno partite prima della fine della regular season. Il percorso sarà quindi ancora lunghissimo, quindi non ha senso parlare di sfida decisiva. Certo, quando si incrociano prima e seconda in classifica, non si può parlare nemmeno di partita normale. Vogliamo capire quando valiamo contro una Ravenna costruita per vincere. L’avversario è tosto, con rotazioni profonde e con talento. Rivali è sicuramente un giocatore determinante. Dovremo stare molto attenti al ritmo che cercherà di dare alla partita. Ma Ravenna ha tante altre soluzioni. Da Penserini, a Cernivani, a Bedetti. Per non parlare di lunghi solidi come Amoni, Broglia e Cicognani. Insomma, sono coperti in ogni ruolo. L’Affrico dovrà confermare di essere la seconda difesa del girone B fermando quello che è il miglior attacco del campionato. Ripariamo come sempre dalla difesa, che deve essere il nostro punto di forza. In settimana abbiamo avuto qualche acciacco, ma una partita del genere fa passare tutto”.
L’AVVERSARIO – Otto vittorie su otto partite. Il biglietto da visita proposto dall’Acmar Ravenna fa sgranare gli occhi. Imbattuta dopo due mesi abbondanti di campionato, la squadra di Lanfranco Giordani arriva al PalaAffrico con il morale alle stelle. Sulla bontà dell’Acmar ci avevano scommesso in tanti in estate. Dopo aver disputato solide stagioni di DNB, quest’anno Ravenna ha deciso di puntare al bersaglio grosso ed ha allestito una squadra dal grande potenziale. Ha cambiato molto rispetto allo scorso anno, quando chiuse al sesto posto in classifica e raggiunse poi la semifinale. Della squadra allenata allora da Cece Ciocca sono rimasti infatti infatti in due. Parliamo dei due lunghi Giacomo Cicognani e Andrea Locci. Cicognani, interessante prospetto del ’92, è il pivot titolare, mentre il ’93 Locci entra dalla panchina come cambio nella rotazione degli interni. Il restyling ravennate è partito dall’affidamento della cabina di regia a Eugenio Rivali. Il playmaker classe ’86 è il giocatore più impiegato da coach Giordani (34,9′ di media) ed il leader del girone B per assist (5) e recuperi (4,5). Profondissima la batteria degli esterni. Il miglior realizzatore dell’Acmar è Luca Bedetti, classe ’89 ex Santarcangelo come lo stesso Rivali. Da tenere in grande considerazione anche il ’91 Andrea Cernivani e Giovanni Penserini, giocatori multi-ruolo e dalla sicura affidabilità. Sotto canestro invece Francesco Amoni è il lungo che apre il campo e sa colpire con costanza dalla lunga distanza, mentre Giorgio Broglia dalla panchina sa imporsi con la sua capacità di andare a rimbalzo (7,5 di media). Completano il roster giallorosso i giovani Giacomo Frigoli e Mattia Ricci.
ARBITRI – Enegan Firenze-Acmar Ravenna sarà arbitrata dai signori Marco Marton di Conegliano (TV) e Alessandro Pilati di Zanè (VI).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter