Legnaia perde con Carrara complicando la corsa salvezza

Quarta sconfitta consecutiva per la Cantini Lorano e questa è una che fa davvero male. In caso di vittoria i ragazzi di coach Zanardo avrebbero staccato il biglietto per i playout con due giornate di regular season ancora da disputare.

La partita inizia bene per i padroni di casa, soprattutto grazie all’efficace difesa ad uomo messa in opera da Zani e compagni. Dopo un parziale di 6-0 per l’, i primi punti degli ospiti arrivano soltanto a 5’20 dalla fine del 1° quarto con 2 tiri liberi a segno da Ferrari. I gialloblu locali mantengono il vantaggio fino a 2’36 dalla fine del quarto, quando, proprio grazie ad altri 2 liberi di Ferrari il tabellone segna 9-9. E’ lui la spina nel fianco della difesa fiorentina, spesso costretta a ricorrere al fallo per provare a fermarlo. Il primo quarto si chiude all’insegna dell’equilibrio: 14-14

Seconda frazione da incubo per l’Olimpia che subisce 30 punti, andando al riposo sotto di 12 lunghezze 32-44. In questa frazione la difesa a zona della squadra locale viene sistematicamente battuta dalla lunga distanze. Le statistiche dell’intervallo parlano chiaro: 7 su 15 da 3 per i biancoazzurri ospiti con Ferrari che da solo fa registrare 6 su 7. Questo solo nei primi due quarti.

Il riposo lungo permette alla Cantini Lorano di rimettere a posto le idee e nel terzo quarto Zani guida la squadra ad una bella rimonta. Solo 5 i punti messi a segno da Carrara nella terza frazione di gioco, ora il tiro da 3 punti è un’arma spuntata e Temoka ha gioco facile sotto canestro. A fine partita saranno ben 15 i rimbalzi conquistati dall’esperto lungo dell’Olimpia. A 4’30 Zani segna in appoggio il canestro che porta l’Olimpia sul 40-46: -6 e svantaggio dimezzato. Chi fa un gran lavoro in questa fase della partita è Andrea Ademollo che si fa valere nel ruolo di play, ma aiuta anche sotto canestro. Terzo quarto che si chiude sul 47-49 e inerzia della partita nettamente a favore dei gialloblu.

Lo conferma il canestro da 3 di Cambi che a 7’14 dalla sirena riporta Legnaia avanti nel punteggio: 54-52. Ci pensano Borghini e Donati a riportare avanti Carrara: 54-56 a 6’18”, a cui risponde il solito Zani con una bomba da 3 che fa saltare in piedi tutta la tribuna e porta il punteggio sul 57-56 a 6’02. Da questo momento in poi è la tensione a farla da regina con le due squadre che sbagliano anche le cose più semplici. Sia Legnaia che Carrara danno vita ad una serie di attacchi sterili fino a che non si arriva a 1’42” con Mancini che realizza da 2 punti: 57-58. Come spesso accade nei momenti cruciali, è Zani a trovare la soluzione, entrando in area, segnando e subendo pure fallo. Il tiro libero realizzato consente all’Olimpia di andare sul 60-58 a 30″ dalla fine. Entusiasmo alle stelle fra i tifosi di casa, ma ci pensa Lorenzi a segnare il tiro da 3 punti che consente agli apuani di sperare ancora nella salvezza. Mancano 6 secondi al termine, bastano per far arrivare la palla a Del Secco che sbaglia il tiro dalla lunga distanza. Come già accaduto la scorsa settimana contro Certaldo, Legnaia vede sfuggirsi di mano una vittoria che pareva ormai conquistata, i playout restano comunque un obiettivo alla portata della Cantini Lorano.

Cantini Lorano Legnaia – Carrara 60 – 61

CANTINI LORANO LEGNAIA: Zani 22, Temoka 12, Rosi, Nardi, Malalan 8, Vienni ne, Ademollo A. 3, Dozzani, Conti 3, Tarchi M., Del Secco 5, Cambi 7. All: Zanardo

: Lorenzi 8, Donati 11, Fiaschi 1, Mancini 8, Ferrari 27, Bordigoni ne, Leporati 2, Peselli ne, Borghini 4, Giananti ne. Coach: Dell’Innocenti.

Parziali: 14-14, 18-30, 15-5, 13-12
Arbitri: Corso e Solfanelli

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter