Troppi acciacchi importanti per l’Enic, San Miniato alla lunga ha la meglio

Dopo il duro (ma fruttuoso) turno infrasettimanale l’Enic Pino Dragons Firenze è scesa in campo al PalaCoverciano troppo acciaccata per riuscire a contrastare la Blukart Etrusca San Miniato, che con il suo solito e proficuo gioco durissimo è riuscita a portarsi a casa due punti preziosi per un possibile terzo posto e dei playoff ormai alla portata di mano.

Per i gigliati i problemi fisici di Magini e di Galmarini sono stati troppo pesanti per riuscire a reggere la botta degli avversari, tanto che coach Barsotti già nel primo quarto ha invece schierato tutto il roster potendo puntare tantissimo sulla corsa e sulla difesa. Per i padroni di casa buon match ancora per Passoni, che nonostante sia stato limitato dai falli è un tassello imprescindibile per coach Salvetti, oltre a Rugolo, che è stato gravato di dover condurre troppe azioni.

Leggi le pagelle della partita: clicca qui.

Dunque, come detto, a causa dei problemi alla caviglia di Magini, in quintetto parte Marotta, l’inizio di gara è contratto con diversi errori (palloni persi, passi, sfondamenti) da entrambe le parti, ma la tripla di Rugolo, un arresto e tiro di Passoni fissano sul 9-4 dopo 4’. E’ ancora Passoni a segnare il buzzer-beater di fine primo periodo con la tripla del +6 (21-14), da qui San Miniato si inceppa in attacco e prosegue un break di 7-0 (25-14 al 13°, quello che è il massimo vantaggio Pino). A questo punto l’Enic si ferma completamente in attacco, andando nel panico e subendo un break di 0-14 devastante per il 25-28 (dopo 18’), con in grande spolvero per la rimonta Giarelli e Grassi. Continua l’imbarcata dell’Enic che segna solo ai liberi con Rugolo e termina i primi due quarti sul 28-33.

L’inerzia della gara passa saldamente nelle mani di San Miniato, che continua a macinare difesa e qualche punto di attacco (con Stefanelli) andando sul 34-42 al 24°. Con le unghie e con i denti i fiorentini cercano di riavvicinarsi, dopo i due liberi di Galmarini si arriva al -5 gigliato, sul 40-45 di fine terzo tempino. Tutto vanificato ad inizio dell’ultimo periodo, con Bertolini e Giarelli che allungano sul 40-49 (31°) e successivamente sul +12 per il 46-58 (dopo 36’). Un antisportivo fischiato a Giarelli su Rugolo pare riavvicinare le due squadre, ma la coppia Bertolini e Giacomelli prendono il largo sul +15 (48-63 al 38’) chiudendo il match.

ENIC Pino Dragons Firenze 54
Blukart San Miniato 67

ENIC: Rugolo 16 (2/9, 1/2), Passoni 11 (2/2, 2/5), Magini 8 (0/1, 2/6), Galmarini 7 (1/5), Terenzi 6 (0/3, 1/3), Di giacomo 4 (2/4), Filippi 2 (1/2), Marotta (0/1), Goretti, Cometti ne. All.: Salvetti.

BLUKART: Giarelli 16 (7/15), Giacomelli 11 (1/3, 3/4), Stefanelli 9 (3/7, 1/2), Bertolini 8 (3/8, 0/2), Grassi 7 (2/2, 1/1), Perin 6 (2/4), Andrea Zita 4 (2/4, 0/2), Benites 4 (2/3, 0/2), Capozio 2 (1/1), Gaye Serigne (0/3). All.: Barsotti.

Arbitri: Scarfo e Praticò.
Parziali: 21-14, 28-33, 40-45.
Note: Percentuali dal campo: Enic 8/27 da 2, 6/16 da 3. Blukart 23/50 da 2, 5/13 da 3. Tiri Liberi: Enic 20/24, Blukart 6/7. Usciti per 5 falli: Galmarini e Giarelli. Spettatori: 350.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter