Gli Eagles vincono ma saranno messi in liquidazione

Gli questa domenica giocano e vincono a Mirandola  76-8, ma il comunicato della Fortitudio 2011 detentrice della squadra non lascia spazio ad equivoci: la DNA resterà a 18 squadre. Non sono stati assolti alcuni obblighi e pagamenti per i quali la situazione è troppo incerta per essere rilevata da qualcuno. Ecco il comunicato completo.

2011 comunica con rammarico di non avere riscontrato, a tutt’oggi e nonostante i numerosi formali richiami, alcun atto da parte dell’attuale organo amministrativo della Eagles utile a consentire alla nuova proprietà l’assunzione del governo della Società. Tale situazione palesa la propria gravità in particolare nella persistente mancata consegna dei contratti stipulati, nonché dei documenti contabili, fiscali e amministrativi a completamento di quanto fornito dalla Curatela. L’approfondita analisi di tali documenti risulta indispensabile per valutare le reali condizioni e possibilità di continuità aziendale di una Società di cui non risultano assolti gli obblighi statutari e di Legge entro i termini previsti, e antecedenti al subentro di 2011 nella proprietà. Questa situazione di assoluta incertezza rende impossibile alla nuova proprietà l’assunzione e l’esercizio responsabili e consapevoli dei propri poteri. Per questi motivi 2011, a tutela propria e del futuro della stessa, non potrà rispondere che con l’assunzione di tutte le iniziative volte a generare l’immediata messa in liquidazione della Eagles, dolorosa quanto inevitabile.Tale processo avverrà tramite la nomina di un liquidatore munito di tutti poteri per le verifiche sull’effettivo stato e condizione patrimoniale della Società, nonché per l’assunzione di tutti gli eventuali provvedimenti di legge. Restano purtroppo vani gli sforzi di tutti quanti hanno fino ad oggi creduto in tale iniziativa, dai giocatori, alle famiglie ai tifosi in primis, ai quali, al di là delle divergenze di vedute, vanno riconosciuti il grande orgoglio e il grande spirito di sacrificio. A loro non si può addebitare nulla; la fine dell’esperienza Eagles è di esclusiva responsabilità di chi, calpestando con giochi di prestigio la buona fede e la passione di chi vi ha creduto, aveva già eliminato una volta la dai campi di gioco. 2011 ringrazia i giocatori di Eagles per il cuore e l’impegno profuso in ogni momento di questa stagione, e in particolare per la decisione di scendere in campo domani con l’usuale dignità. La società si riserva inoltre di verificare, nei prossimi giorni, l’esistenza delle condizioni regolamentari per poter consentire la prosecuzione dell’attività del settore giovanile. 2011

FONTE: bolognabasket.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter