Libertas troppo forte, per Legnaia arriva il terzo stop consecutivo

Dopo aver perso con Valdisieve e Certaldo, la Cantini Lorano deve arrendersi anche alla Libertas Livorno, squadra ben più forti delle due ultime rivali dell’Olimpia.

La partita inizia con una bella sorpresa: il giovane Stefano Ademollo nel quintetto iniziale schierato nel quintetto iniziale dell’Olimpia Legnaia. Sarà una delle poche note positive della serata per i gialloblu fiorentini. E’ la Liburnia ad iniziare la partita con il piede giusto grazie a un parziale di 6-0 per mettere subito in chiaro chi sarà a condurre le danze. Gli ospiti si sbloccano a 6’57” con una tripla di Nardi che porta il risultato sul 6-3. Fra i padroni di casa a mettersi in evidenza è Dell’Agnello, è lui a guidare i livornesi al 18-7 con cui si chiude il primo quarto.

Anche nella seconda frazione è la Liburnia ad iniziare bene. Con un parziale di 4-0, merito del solito Dell’Agnello e di Brunelli, i padroni di casa si portano sul 21-7 a 8’39” dall’intervallo lungo. E’ proprio Brunelli in questo quarto ad essere protagonista sia in fase realizzativa che sotto i rimbalzi, il canestro del 27-13 a 5’21” porta la firma della guardia livornese. A 3’03”, sul coach Zanardo mette dentro Del Secco e la squadra dà segnali di ripresa, ma all’intervallo il tabellone segna comunque un risultato che sorride ampiamente ai padroni di casa: 33-20. Dei 33 punti del Liburnia, 16 li ha messi a segno Dell’Agnello.

Terzo quarto che si apre nel segno di Temoka: suo il canestro che porta i fiorentini a -11 (33-22) a 8’34”. L’inerzia della partita resta comunque a favore della Liburnia, anche grazie a Mariani che segna sia dal campo che dalla lunetta. A 5’27” il tabellone segna 40-23, gara che pare chiusa, ma i livornesi hanno un problema: Temoka. Per fermare il lungo fiorentino serve spesso il fallo e questo consente alla Cantini Lorano di restare in partita. Il 40-27 a 3’13” riaccende le speranze di Zani e compagni, ma il risultato con cui si chiude il terzo quarto lascia poche chances agli ospiti: 46-30

La quarta frazione di gioco non regala niente di nuovo. Si comincia con un canestro di Dell’Agnello che porta i suoi sul 48-30 e si continua con i livornesi impegnati ad impedire agli ospiti di tornare in partita. Il 52-33 a 7’21” suggerisce ad Mariani e compagni che la partita è ormai vinta e la loro concentrazione si riduce. Ne approfittano gli ospiti per recuperare terreno e fissare un parziale di 9-0 che a 2’13” dalla sirena li riporta a -10. Si tratta di una bella prova d’orgoglio per i ragazzi di coach Zanardo, ma da questo momento in poi la Liburnia non sbaglia più niente e si aggiudica la meritata vittoria: 61-42 il risultato finale.

Liburnia Basket 61
Cantini Lorano Legnaia 42


VIRTUS CERTALDO
: Congedo 1, Dell’Agnello 27, Mariani 10, Armillei 7, Marchini 7, Mangoni, Brunelli 6, Fiore, Beltran 3, Portas-Vives ne, Ferretti,. Coach: Bargigli.

CANTINI LORANO LEGNAIA
: Zani 5, S. Ademollo, Temoka 7, Nardi 3, Malalan 2, Vienni, Cambi 9, Rosi ne, Conti 7, Del Secco 7, Fusillo, A. Ademollo 2. All: Zanardo

Parziali: 18-7, 15-13, 13-10, 15-12
Arbitri: Venturini e Panelli

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter