La Fiorentina pesca il jolly Sirakov e supera Omegna

Nel mazzo di carte viola spunta (non troppo a sorpresa) il jolly Georgi Sirakov che nel terzo quarto (con 10 punti e 14 totali nel secondo tempo) scava un break fondamentale per la vittoria della All Foods Fiorentina contro la seconda in classifica Paffoni Omegna.

E’ una vittoria rassicurante per i fiorentini ottenuta privi di Jack Bloise, per una distorsione alla caviglia che dovrà essere monitorata durante la settimana e di Longobardi, il quale oggi però ha preso parte al riscaldamento ed è sempre più vicino al rientro. Sono venuti però fuori prepotentemente tutti i nuovi acquisti operati dal gm Fagotti, oltre al già citato Sirakov, Niccolai ha pescato bene dalla panchina anche Lucarelli che è stato fondamentale negli ultimi 10 minuti e Marengo, precisissimo in situazione di scarico. E’ interessante notare quanto la Fiorentina abbia giovato di questi ultimi due, dato che si evince dai punti prodotti dalla panchina: 23 per i padroni di casa e 11 per Omegna.

Leggi anche le pagelle della partita: clicca qui.

L’inizio di gara è però targato Paffoni che al 5’,con 5 punti di Villa, è già 3-11, tra palloni persi e falli della Fiorentina. Un mini-break di 7-3 dei gigliati li riavvicina (10-14 al 7’) grazie all’innesto di Lucarelli sul parquet, complice anche gli errori ai liberi di Arrigoni. In apertura di secondo periodo tanta intensità con Poltroneri e Sirakov che bombardano da tre punti per il 6-0 ed il primo vantaggio viola (16-14 all’11°). Da qui si vede la fisicità e i continui ribaltamenti di fronte, ci sono tanti strappi ma nessuno sostanzioso e al 18’ il match è ancora in equilibrio sul 22 pari. Punteggio molto basso per i primi due quarti che si conclude sul 27-26 per i fiorentini.

Le video interviste a coach Niccolai e Ghizzinardi.

Nel secondo tempo arriva il break decisivo per i gigliati, Sirakov segna 8 punti in 4 minuti per un break di 16-5, grazie anche ad un Marengo in palla pronto per ricevere sugli scarichi. Omegna cerca di riavvicinarsi,  con lentezza e con tanti errori al tiro (5/22 da tre punti per la squadra di Ghizzinardi) giunge fino al 48-41 al 28’. Ma sotto area nel secondo tempo Rosignoli e De Leone si fanno valere e con Lucarelli al 30′ la distanza è 53-45. La vera paura per la squadra di Niccolai arriva con la bomba di Dagnello che vale il 49-54, ma prima Sirakov in allontanamento e Rosignoli con un piazzato segna il 58-49 (al 33’) e qui il solco che si crea stramazza i piemontesi.

 

All Foods Fiorentina 73
Fulgor Paffoni Omegna 59

ALL FOODS: Sikarov 17 (7/12, 1/4), Lucarelli 12 (4/5, 1/2), Poltroneri 11 (4/4, 1/5), Marengo 11 (1/2, 2/3), Rosignoli 9 (4/6), De Leone 8 (2/5), Mazzuchelli 5 (0/1, 1/3), Bevilacqua ne, Longobardi ne, Bloise ne. All.: Niccolai

PAFFONI: Arrigoni 17 (7/10, 1/2), Dagnello 12 (4/5, 1/6), Gasparin 11 (2/8, 1/5), Perez 9 (1/4, 1/4), Villa 5 (1/4, 1/3), Bianchi 3 (1/1), Fratto 2 (1/7, 0/1), Gurini (0/1, 0/1), Alex Simoncelli ne, Barberis ne. All.: Ghizzinardi.

Arbitri: Lucarelli e Schena.
Parziali: 10-14, 27-26, 53-45.
Note: Percentuali dal campo: All Foods 22/35 da 2, 6/17 da 3. Paffoni 17/40 da 2, 5/22 da 3. Tiri Liberi: All Foods 11/19, Paffoni 10/16. Usciti per 5 falli: Fratto. Spettatori: 350.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter