Masi: “Soddisfatto della stagione, ora raggiungiamo l’obiettivo prefissato”

In vista di un finale di campionato importate e aperto per l’Olimpia Legnaia, abbiamo fatto qualche domanda al presidente Sergio Masi sulla stagione ma anche sullo stato di salute di una delle società storiche della nostra città.

L’Olimpia oltre ad avere una squadra in C Gold, è costituita da una miriade di squadre giovanili…
“Partiamo dai bambini del 2011 con il minibasket, per proseguire con la squadra Esordienti e poi facciamo tutte le categorie fino alla prima squadra. Abbiamo un gruppo di ragazzi per ogni anno di nascita e ci sono annate in cui abbiamo anche più squadre. Non abbiamo l’Under 20 perchè perché abbiamo scelto di far giocare una squadra in Promozione, i Jockers. Ci pare una soluzione più in linea con lo spirito dell’Olimpia, perchè serve a far crescere ancora i ragazzi che escono dalle giovanili.”

Diciamo che per questa parte della città svolgete un ruolo sociale importante.
“Sono più di 40 anni che lo facciamo, la società fu rifondata nel 1973 da Silvano Susini, che quando io abitavo con i miei genitori, stava nello stesso mio palazzo. Ci ha coinvolti tutti in questa impresa e io personalmente sono molto legato a questo quartiere e a questa squadra, ma la cosa è reciproca. Ad ogni evento che organizziamo abbiamo un riscontro importante da parte della nostra gente. Quando facemmo la festa dei 40 anni c’erano intere famiglie che avevano giocato con noi, padri e figli, una cosa bellissima.”

Si aspettava il successo dell’iniziativa Olimpia Pro Meyer con il torneo giovanile di inizio gennaio?
“Mi ha fatto piacere. E’ la terza volta che organizziamo qualcosa a favore dell’Ospedale Meyer, è una iniziativa nata anche grazie alla conoscenza con Alessandra Kidd, vice presidente della Associazione Toscana Bambini e Giovani con Diabete. E’ una cosa che vogliamo portare avanti in futuro per poter continuare ad aiutare i bambini meno fortunati.”

Com’è il rapporto fra l’Olimpia Legnaia e le istituzioni cittadine?
“Collaboriamo in modo stretto con il Quartiere 4. Devo dire che il  rapporto con il presidente Mirko Dormetoni e la responsabile dell’Ufficio Sport Barbara Felleca è molto proficuo, ci stanno seguendo molto, così come stanno facendo con altre società. Ora stiamo portando avanti un bel progetto con il Quartiere 4, il rugby e la società di nuoto per promuovere lo sport nelle scuole.”

Del camp estivo fatto la scorsa estate che impressione ha ricavato?
“Nell’estate 2016 abbiamo avuto 70 iscrizioni, lo abbiamo fatto in località Pratoranieri a Follonica. Per noi è stata un’esperienza positiva, la ripeteremo nell’estate 2017 e abbiamo già aperto le pre-iscrizioni.”

Prima squadra in C Gold, come stanno andando le cose viste dalla presidenza?
“Quest’anno per noi è l’anno zero. Siamo ripartiti con i giovani e abbiamo l’allenatore (Riccardo Zanardo ndr) adatto a lavorare con i giovani, per farli crescere. Devo dire che i progressi dei ragazzi si vedono. L’obiettivo stagionale è la salvezza e siamo ancora in corsa. Sono fiducioso e soddisfatto. Sta venendo fuori il lavoro dell’allenatore e nel girone di ritorno ne abbiamo vinte 4 e perse 4. Abbiamo già lo stesso numero di vittorie conquistate in tutto il girone d’andata. Si stanno mettendo in evidenza alcuni giocatori che nella prima parte della stagione avevano giocato poco come Daniele Del Secco che è rientrato da un infortunio e Marco Tarchi che migliora partita dopo partita. Con la Synergy Valdarno scenderemo in campo con la fiducia di sempre. Abbiamo tutti a disposizione a parte Conti, che sta recuperando dall’infortunio.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter