San Miniato picchia duro e la Fiorentina ne esce con le ossa rotte

L’All Foods torna da San Minato con le ossa rotte, battuta 84-69 e agganciata in classifica e per giunta con la differenza canestri ribaltata in favore dei ragazzi di Barsotti. Fiorentina che si presenta in casa Blukart senza Longobardi e Di Pizzo e con lo strascico polemico dovuto alle esternazioni sull’operato arbitrale dei dirigenti biancorossi. È stata una gara veloce e fisica che ha premiato la formazione pisana, che questa volta non potrà certo lamentarsi del metro arbitrale altamente permissivo in perfetta sintonia con il loro gioco aggressivo. Per contro la Fiorentina trova una buona prestazione di Mazzucchelli che però non è supportato dai “senatori”, in particolare da Poltroneri e Bloise entrambi in serata no al tiro.

La cronaca inizia con le scorribande di San Miniato che in velocità predilige affidarsi alle soluzioni esterne di Giarelli e Bertolini, gli ospiti si chiudono bene in difesa e anche loro ripartono in velocità. Niccolai ha impostato la gara sulla transizione veloce nel tentativo di trovare la difesa bianco rossa impreparata. Mazzucchelli fa male con le sue penetrazioni e Rosignoli cattura molti rimbalzi dovuti agli errori di Zita e compagni. Il primo quarto è equilibrato e termina 17-17. Nella seconda frazione qualche amnesia difensiva permette a Stefanelli prima e poi a Gaye di portare i loro a +6, ma prima del riposo lungo Lucarelli e Mazzucchelli mettono insieme uno show fatto di stoppate, bombe da tre e contropiede, che valgono il vantaggio gigliato (36-38).

Le pagelle della gara: clicca qui

Il terzo quarto è il crocevia della gara, Firenze parte bene giocando sempre in velocità, quando ci riesce e quasi sempre canestro. I viola raggiungono il +6 (40-46) con Rosignoli, Mazzuchelli e Lucarelli intraprendente e reattivo. Poi si scatena la reazione della Blukart, spinta dal PalaFontevivo, con un 9-0 (49-46) propiziato dallo stillicidio di palle perse fiorentine. Manco il tempo per tornare sopra (50-51) e la Fiorentina deve subire il bombardamento di triple di Stefanelli, Bertolini e Benites che risulterà il parziale killer (58-51). L’ultimo quarto vede innalzarsi l’asticella del nervosismo in casa Fiorentina, le scelte arbitrali concedono fin troppo il contatto fisico e a farne le spese è coach Niccolai, espulso dalla panchina a 8′ dal termine. San Miniato allunga fino a +17 e gestisce la gara fino alla fine, tornando alla vittoria dopo due stop. I titoli di coda consegnano la gara alle statistiche insieme a qualche polemica sotto agli spalti.

Blukart San Miniato 84
All Foods 69

BLUKART: Stefanelli 19 (4/5, 2/9), Bertolini 19 (8/14, 1/2), Zita 15 (5/11, 1/2), Capozio 10 (4/6), Giarelli 9 (4/8, 0/2), Sam Gaye 5 (1/1, 0/2), Benites 5 (1/2, 1/2), Grassi 2 (1/2, 0/2), Giacomelli (0/2 da tre), Perin. All.: Barsotti.

ALL FOODS: Mazzuchelli 22 (5/7, 3/4), Rosignoli 14 (6/11), Bloise 10 (2/5, 1/8), Lucarelli 10 (5/8, 0/3), Poltroneri 9 (3/9, 1/8), De leone 4 (2/4), Merengo, Bevilacqua, Carrieri ne, Cenciarelli ne. All.: Niccolai.

Arbitri: Vigato e Falcetto.
Parziali: 17-17, 36-38, 58-51
Note: Percentuali dal campo: Blukart 28/49 da 2, 5/23 da 3. All Foods 23/44 da 2, 5/23 da 3. Tiri Liberi: Blukart 13/17, All Foods 8/17. Usciti per 5 falli: nessuno. Spettatori: 200.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter