Legnaia combattiva ma il rush finale premia la Pielle

Il girone di ritorno dell’ inizia al PalaCosmelli. di Livorno, dove i gialloblu sono ospiti di una Pielle che punta al salto di categoria. La differenza di classifica non si vede fino ai minuti finali quando la Pielle riesce ad avere ragione di un’Olimpia che cade solo nel rush finale.

Gli ospiti partono forte, è infatti Malalan a sbloccare il risultato dopo 1 minuto e 18 secondi e per tutto il primo quarto è proprio Legnaia a dettare legge. I primi punti per i padroni di casa sono messi a segno da Dell’Agnello a 7′ 21″ dal termine. Grazie anche alla buona difesa, gli ospiti acquistano un vantaggio di ben 8 punti sul 7-15 a 2’33” dal termine grazie a un canestro da 2 punti di Nardi, in gran spolvero in questa frazione di gioco. Il primo quarto si chiude sul 14-18 a dimostrazione che la Pielle ha gli uomini giusti per provare a vincere la gara. Nel secondo quarto infatti sono gli Azzurri locali a prendere in mano la situazione grazie a un parziale di 11-0 quando riescono a passare dal 21-28 al 32-28 a 3’18 dall’intervallo lungo. L’inerzia della partita è a favore dei livornesi, ma l’Olimpia è squadra abituata alle battaglie e riesce a lottare punto a punto. Grazie ai falli subiti da Temoka e ai punti realizzati da Nardi, il secondo quarto si chiude sul 36-35.

Terzo quarto ancora punto a punto, a mettersi in mostra sono Massoli da una parte e Cambi dall’altra. Il primo si dimostra essere un gran tiratore dalla media, mentre il secondo sa farsi valere dalla lunga distanza. Il 45-45 a 6’46’ dalla fine del terzo quarto certifica un equilibrio che alla vigilia era difficile pronosticare. A questo punto iniziano a pesare sia i falli personali che la stanchezza, numerosi i cambi effettuati dai due tecnici per dare respiro a chi ha più minuti e falli sulle spalle. Di questa situazione pare avvantaggiarsi Legnaia che, grazie a due liberi di Nardi si porta sul 51-56 a 3’30. La terza frazione si chiude sul 60-61, con molti giocatori gravati da 4 falli; Venditti per Pielle, Zani, Temoka, Nardi e Malalan per la Cantini Lorano.

Il quarto quarto si apre con un bel canestro da 3 punti di Conti, Legnaia vola a +4. Coach Mori si affida a Dell’Agnello per provare la rimonta e il giocatore risponde presente, sia in fase difensiva che che offensiva: il 64-64 a 6’42” dalla sirena è in gran parte merito suo. Per vedere la Pielle davanti bisogna aspettare fino al canestro di Massoli a 4’02” dalla fine, un canestro da 2 punti che portano il punteggio sul 72-71. Da lì l’inerzia della partita torna a favore dei locali che si portano sul 78-71 a 1’51”. Nelle fasi finali è Sidoti a guidare gli azzurri locali alla vittoria. L’ torna a casa sconfitta, ma consapevole di aver molte carte da giocare di qui alla fine della stagione.

– Cantini Lorano Legnaia 81-74

: Capobianchi 6, Dell’Agnello 14, Sidoti 21, Venditti 8, Buzzo 9, Massoli 6, Burgalassi 4, Malvone 10, Giannetti n.e., Cianetti n.e., Vannini 3, Lorenzini n.e.. All: Mori

CANTINI LORANO LEGNAIA
: Zani 4, Nardi 18, Rosi, Malalan 7, Temoka 7, Vienni 3, Cambi 21, Conti 7, Tarchi P. 3, Tarchi M. 4, Ademollo n.e, Fusillo n.e All: Zanardo

Arbitri: Igor Giustarini e Marco Piram
Parziali: 14-18, 22-17, 24-26, 21-13

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter