Epifania Enic, Domodossola non regge Magini e la fisicità del Pino

Vittoria rivelatrice per l’Enic Firenze che supera, in quello che può essere definito uno scontro salvezza, la Vinavil-Cipir DomoBasket 81-66, dopo un prezioso secondo quarto con Michele Magini a mostrare la via della vittoria. Domodossola (a quota 12 punti in classifica) si presenta al PalaCoverciano in ottima forma, dopo tre vittorie consecutive e la seconda gara stagionale di Fabrizio Foti, assente per tutta inizio stagione causa infortunio, con gli unici problemi degli acciacchi di Cerutti (assente) e D’Andrea (quest’ultimo comunque in panchina). È però Magini, come detto, a interrompere la striscia di successi degli avversari grazie al suo massimo stagionale per punti e assist (16+9), testimoniato dal dato che il 35% dei canestri realizzati dai gigliati sono stati segnati grazie a un suo passaggio.

Leggi l’intervista post-partita a coach Salvetti: clicca qui.

Scarica l’app di Basketblog
Android o Apple

Detto questo la partenza è di marca ospite con Luca Falconi (che poi si infortunerà) che sale in cattedra; il classe 1991 realizza 7 punti in un amen innescando il break di 0-11 (9-18 al 6°) che obbliga Salvetti a chiamare time-out. Con il rientro di Passoni e Filippi dalla panchina l’Enic si rifà sotto grazie a Galmarini (altra prova concreta con 10+9 rimbalzi prima di uscire per infortunio) che  mette 8 punti consecutivi (17-22). Il secondo quarto è un’epifania per il Pino, al 15’ si ha prima il pareggio (24-24) con Rugolo, successivamente è Terenzi a scavare un solco importante fino al 37-29 di fine primo tempo, dimostrando una difesa arcigna per tutto il periodo.

Mappa di Tiro di Domodossola

Domodossola spara a salve dalla distanza (segnano solo Avanzini, Realini e Hidalgo), mentre il Pino è molto concreto sotto canestro nella seconda frazione.

Nel terzo periodo non si interrompe la buona verve biancorossa, Magini infatti con due triple e un assist a Goretti firma il +11 ad inizio terzo periodo (45-34) e da lì i gigliati non si volteranno più indietro. Il tentativo di rimonta migliore degli ospiti arriva sino al -10 (con Avanzini e Tuci) ma Filippi e la fredda mano di Magini conferiscono il +17 al 30° ai padroni di casa. L’ultimo periodo è una prova di grande maturità per i ragazzi di Salvetti che impediscono il ritorno dei piemontesi, continuando a tenere alta l’intensità difensiva e la media realizzativa.

Enic Pino Dragons Firenze – Vinavil-Cipir DomoBasket 81 – 66

ENIC: Rugolo 17 (6/10, 1/3), Goretti 6 (3/6 da 2), Passoni 6 (1/1, 1/3), Filippi 4 (1/1), Terenzi 13 (4/5, 1/4); Magini 16 (1/2, 4/6), Galmarini 10 (4/9 da 2), Dionisi 2 (1/1 da 2), Marotta 5 (1/1, 1/2), Cometti 2 (1/1 da 2). All.: Salvetti.

VINAVIL-CIPIR: Avanzini 12 (4/4, 0/1), Petricca 4 (1/2, 0/3), Realini 7 (1/1, 1/6), Bianconi 11 (1/3, 2/6), Foti 3 (1/1, 0/4); Falconi 12 (5/6, 0/2), Tuci 12 (6/8 da 2), Hidalgo (2/3, 0/1), Marcellino ne, D’Andrea ne. All.: Fioravanti.

Arbitri: Almerigogna e Spessot.
Parziali: 17-22, 37-29, 62-45.
Note: Percentuali dal campo: Enic 23/37 da 2, 8/18 da 3. Vinavil-Cipir 21/28 da 2, 3/23 da 3. Tiri Liberi: Enic 11/12, Vinavil-Cipir 15/18. Usciti per 5 falli: nessuno.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter