Galmarini con i botti ma non basta. L’Enic cede contro l’USE

Seconda sconfitta di fila per L’Enic Pino Dragons che cede, dopo una partita equilibrata e combattuta in casa dell’USE Empoli per 64-58. E’ una battuta di arresto sanguinosa per i fiorentini, soprattutto perché si sono dimostrati mai domi nonostante il valore degli empolesi. Questo si va ad aggiungere a Rugolo (0/10 dal campo) e Terenzi (2/11 al tiro) appesantiti da qualche panettone indigesto: giocatori che, se a pieno servizio, avrebbero anche garantito uno scalpo gigliato. L’Enic rimane ancora distante dalla quota play-out (-6 punti, a 10 sono ferme Bottegone e Oleggio) e per questo l’ultima giornata di andata (il 7 gennaio alle 18:30 al PalaCoverciano) acquista ancora più importanza proprio perché contro una diretta contendente come Domodossola (12 punti).

Tornando a stasera la partita comincia con una buona partenza dei padroni di casa, che al 5° costringono Salvetti a chiamare time-out a causa dei 7 punti di Bei (13-5). Terenzi e Galmarini (monumentale con 22 punti, 12 rimbalzi, 9 falli subiti e 3 stoppate) cercano di recuperare arrivando sino al 15-9 ed una tripla sul finale di quarto di Magini riapre tutto sul -3 gigliato. Nel secondo periodo si segna molto poco, prima Galmarini (5 punti consecutivi) e poi Passoni tengono sempre in equilibrio la sfida (22-21 al 17°). Il primo vantaggio Enic arriva poco dopo con un appoggio di Filippi, con il pronto time-out di coach Bassi. Giannini a 15” dalla fine del tempo ristabilisce il punto di vantaggio per i suoi con una tripla, si va negli spogliatoi sul 29-28.

Leggi l’intervista post-partita a coach Salvetti: clicca qui.

Break importante (5-10) ad inizio terza frazione con Passoni, che scava un piccolo solco con due bombe e una schiacciata che valgono il 34-38 al 24°. Pochi minuti dopo però viene fischiato un fallo tecnico alla panchina del Pino che cambia leggermente l’inerzia della partita: Mascagni e Terrosi rimettono l’Use con il naso davanti (45-40 al 29°). Gli ultimi dieci minuti sono difficili da sbloccare per l’Enic, ci prova Galmarini ma Berni e Sesoldi rendono tutto più complicato (54-46 al 34°). Con un colpo di reni Galmarini dà il -5 a due minuti dalla fine però Mariotti e Terrosi sono freddi dalla lunetta riuscendo a mettere in cassaforte il risultato.

Computer Gross USE Empoli – Enic Pino Dragons Firenze 64 – 58

COMPUTER GROSS: Mariotti 8 (3/6), Giannini 12 (2/4, 2/6), Ghizzani (0/1, 0/1), Mascagni 8 (1/6, 2/3), Bei 11 (3/4 da 2); Sesoldi 6 (1/4, 1/1), Berni 5 (1/2, 1/2), Terrosi 12 (2/3, 1/6), Marusic 2 (1/2, 0/2), Scali (0/2 da 3). All.: Bassi.

ENIC: Magini 9 (0/3, 3/5), Terenzi 6 (2/8, 0/3), Rugolo 3 (0/4, 0/6), Galmarini 22 (9/11), Cometti (0/1 da 2); Passoni 12 (2/3, 2/6), Filippi 6 (2/6 da 2), Marotta (0/1, 0/1), Goretti, Dionisi. All.: Salvetti.

Arbitri: Giancecchi e Bianchi.
Parziali: 15-12, 29-28, 45-43.
Note: Percentuali dal campo: Computer Gross 14/32 da 2, 7/23 da 3. Enic 15/37 da 2, 5/21 da 3. Tiri Liberi: Computer Gross 15/21, Enic 13/20. Usciti per 5 falli: Bei.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter