Agente Zero #1: la lunga settimana del derby

Ciao a tutti sono Zero… ops, scusatemi, ormai questo è diventato il mio nome, però provo perlomeno ad iniziare seriamente. Allora, ricomincio.

Ciao a tutti sono , sono un Fiorentino DOC, nato e cresciuto nella città più bella del mondo. Ho la fortuna di praticare questo sport fantastico da professionista e dall’alto della serie A o in giro per l’Europa, mi piacerebbe rendervi partecipi di qualche storia/aneddoto della vita da giocatore. Vorrei farlo attraverso questa piccola finestra dove troverete solo mie opinioni che vi accompagneranno ogni due settimane. Niente di tecnico ovviamente, ci sono già i ragazzi di Basketblog che svolgono questo compito alla grande (scaricate la nostra app per Apple e Android, ndr). Spero di riuscire a trasmettere la mia passione attraverso queste righe e far avvicinare tanti ragazzi alla pallacanestro, oltre ad aumentare la visibilità di uno sport bello e pulito in una piazza come Firenze che si merita palcoscenici importanti! Ho pretese un po’ troppo alte? Probabilmente si, ma le proviamo tutte.

Tanto per cominciare ho sentito dire da molti che il basket a Firenze non esiste. Beh parliamoci chiaro, siamo dentro la settimana che condurrà al  di Serie B e francamente spero che chi pensa queste cose possa ricredersi! È vero, probabilmente non è il livello al quale una “grande città” come la nostra aspira, ma vi invito a non disdegnare le cosiddette serie minori (dalle quali peraltro ho costruito il mio modo di giocare e intendere pallacanestro) perché c’e in ballo la supremazia della città e potrebbe essere l’ennesima spinta per un grande spettacolo e spremere ogni stilla di energia in campo.

Inoltre questo match è sicuramente un’opportunità per pubblicizzare e chiacchierare di uno sport bellissimo e pulito come la pallacanestro, purtroppo un po’ in ombra sulle rive dell’Arno. L’augurio è che questa nuova esperienza possa far gremire gli spalti del PalaCoverciano e possa smuovere il panorama sportivo cittadino. Non nascondo la speranza di tornare a casa mia per giocare nella squadra della mia città, per rappresentare Firenze da fiorentino: penso possa essere l’aspirazione massima di un giocatore.

Mi dispiace molto non poter assistere alla partita dal vivo, ma per impegni sportivi (con la sua Avellino giocherà a Cremona, ndr) sarò a diversi chilometri da casa; però con Basketblog sono sicuro di rimanere aggiornato su tutto quello che succederà!

Fra l’altro, seguirò la partita con un occhio di riguardo, dato che conosco molti ragazzi coinvolti; alcuni solo di vista, altri personalmente, ma uno molto bene: il vecchio Magio (Michele Magini, ndr)! Prima per molti anni è stato avversario, successivamente invece è diventato compagno di mille battaglie, posso dire che si tratta del playmaker che mi ha lanciato. Sicuramente lo sentirò per aggiornarmi e per sfotterlo per la sua recente apparizione su Basket Room, ma dubito che si sbottonerà! Di certo gli farò il mio più grosso in bocca al lupo.

A livello giovanile ho giocato una valanga di , erano tutti molto sentiti anche perché poi era facile rincontrare i tuoi avversari in giro ed era altrettanto facile essere vittime di sfottò se avevi perso. Come alcuni sapranno sono cresciuto a Legnaia e per questo ho affrontato tante stracittadine. Non resta che augurarci un buon gigliato e che vince il migliore!

Aspettando la prossima puntata potete continuare a seguire suoi suoi canali: Facebook, Twitter, Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter