Si fa male anche Tourè: Nobile trascina Vicenza sui resti della Fiorentina

Troppa Vicenza per questa Fiorentina Basket. Si chiude amaramente il 2015 della squadra di Stefano Salieri. A San Marcellino passa la Pallacanestro Vicenza, che lucra in maniera perfetta su una Fiorentina privata del suo cuore pulsante. Per la serie “La fortuna è cieca… ma la sfiga ci vede benissimo” in casa viola non c’è davvero pace sul fronte infortuni. Non fosse bastata l’assenza di Jacopo Valentini, dopo undici minuti la Fiorentina ha dovuto rinunciare anche ad un Mohamed Tourè competitivo. Come per Valentini, anche Tourè ha dovuto fare i conti con una distorsione alla caviglia – quella destra – che ne ha fortemente limitato la prestazione. Con grande coraggio l’ex Fulgor Omegna ha provato a rimettere piede in campo, senza però poter contare su quella mobilità che lo rende un giocatore determinante in questa Serie B. Senza Valentini e Tourè, ovvero senza la spina dorsale del roster, questa Fiorentina è poca cosa. Una ovvietà. Provate un po’ a togliere a Vicenza Claudio Nobile e Gianluca Valesin, tanto per fare due nomi di due elementi fondamentali nello scacchiere di Davide Tisato.

Le immagini della gara: clicca qui.

L’argomentazione di cui sopra non è assolutamente costruita per togliere meriti a Vicenza, che ha giocato una partita dalla produttività altissima, rispettando un piano partita che prevedeva palla sotto per Nobile una azione sì e l’altra pure. Nobile, dato per bollito o quasi dopo una pessima annata vissuta nella vicina Empoli, ha dominato in lungo ed in largo, facendo vedere di essere una presenza piuttosto ingombrante per la categoria. Intorno a Nobile, Vicenza ha costruito tutto. La Fiorentina, perso Tourè con 9’54’’ da giocare nel secondo quarto, ha avuto la determinazione di rimanere in partita per trenta minuti, grazie a Bianchi – impiegato anche da playmaker – Marusic e Caroli. La resa è arrivata di schianto nell’ultimo quarto. Le triple di Benassi e le ultime spallate di Nobile spingevano Vicenza sul +17 (53-70) con 4’49’’ da giocare. Discorso chiuso. Salieri prima aveva già tolto Tourè, zoppicante e fin troppo generoso nello stare in campo per ventiquattro minuti. Si interrompe così la striscia di tre vittorie consecutive. Peccato, perché con Valentini e Tourè nel motore, chissà come sarebbe andata a finire. Discorsi inutili. Si guarda avanti. Si guarda al 2016, dove la speranza è che lo stretto legame fra il roster gigliato e la serie di infortuni si spezzi definitivamente.

Le pagelle della gara: clicca qui.
Le videointerviste a Salieri, Bianchi e Tisato.

Fiorentina Basket-Pallacanestro Vicenza 61-84

FIORENTINA BASKET: Touré 2 (1/7, 0/3), Bianchi 17 (5/8, 1/6), Caroli 9 (4/8, 0/3), Marusic 16 (5/8, 2/5), Di Giacomo 6 (2/4 da 2); Lasagni 8 (2/6, 1/7), Lenti 3 (1/4), Facchino, Bojovic, Baggio ne. All.: Salieri.

PALLACANESTRO VICENZA: Pasqualin 13 (1/4, 3/4), Boaro 5 (2/5, 0/2), Valesin 14 (3/6, 2/4), Campiello A. 11 (4/6, 1/2), Nobile 23 (9/13); Stefanini 3 (1/1 da 3), Benassi 9 (3/5 da 3), Campiello U. 6 (1/2, 1/1), Mezzalira, Sinicato (0/1 da 3). All.: Tisato.
Arbitri: Spinelli e Valleriani
Parziali: 9-19, 35-40, 49-57.

Note – Percentuali dal campo: Fiorentina 20/45 da 2, 4/24 da 3; Vicenza 20/36 da 2, 11/20 da 3. Tiri liberi: Fiorentina 9/16, Vicenza 11/13. Rimbalzi: Fiorentina 28 (Bianchi 9), Vicenza 35 (Nobile 19). Assist: Fiorentina 20 (Tourè 7), Vicenza 24 (Pasqualin 8). Usciti per 5 falli: nessuno. Spettatori: 400.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter