Countdown Fiorentina Basket. Fagotti: “Siamo pronti”

E’ una settimana cruciale per la nuova Fiorentina Basket. Appuntamenti istituzionali, wild card per la Serie B ed ufficializzazione del nuovo presidente. Sono tante le note sottolineate in rosso sull’agenda di Antonio Fagotti (nella foto). Il general manager umbro per la prima volta parla della nuova creatura che sta per sbarcare nel panorama del basket fiorentino. In attesa di un annuncio ufficiale, Fagotti ha rilasciato a Firenze Basketblog una dichiarazione ufficiale che non lascia spazio a troppe interpretazioni. “In questo momento posso solo confermare che abbiamo lavorato in silenzio e che stiamo continuando a farlo – spiega Fagotti -. Sono abituato a fare e poi a parlare. Sono sicuramente giorni importanti per il futuro della Fiorentina Basket”.

Fagotti parla anche della possibile wild card per la Serie B: “Adesso resta solo un passaggio che non dipende da noi. Abbiamo lavorato al massimo per far sì che, chi dovrà prendere la decisione, sia nella condizione di darci fiducia”. Il riferimento è chiaramente alla Fip. I tempi per programmare la stagione però iniziano a farsi stringenti: “Entro una decina di giorni contiamo di sciogliere tutti i nodi – chiude Fagotti – e comunicare ufficialmente il campionato di partenza della Fiorentina Basket”.

Intanto venerdì sarà una giornata molto importante. E’ infatti previsto un incontro con l’amministrazione comunale, nella persona di Andrea Vannucci. L’assessore in questi mesi è sempre stato informato sul tema Fiorentina Basket. Sul tavolo di discussione ci sono gli aggiornamenti recenti che Fagotti ha intenzione di fornire al Comune di Firenze prima del coming out. Nel pomeriggio è in agenda poi un consiglio di amministrazione della nuova società. Sarà l’occasione giusta per ufficializzare il nuovo presidente che, come già chiarito, non sarà Franco Tempesti, ma un imprenditore umbro.

All Comments

  • Posso, con la speranza sincera di essere smentito, manifestare il mio scetticismo ? Questo clima da carboneria non mi pare sia di buon auspicio. Ma forse sono io poco informato. Ribadisco però un concetto caro al maestro Salerni : i campionati vanno giocati, le promozioni vanno guadagnate sul campo, correndo e sudando. Poi se una squadra di Firenze andrà prossimamente in serie A sarò il primo a gioire.

    Sergio Tossi 4 Giu 2015 16:50 Rispondi
    • Il clima da carboneria mi pare normale (nella città degli orticelli poi…). Quando cerchi di mettere in piedi un progetto, mica lo sbandieri ai quattro venti prima, no? Sul punto sollevato da Salerni concordo, però come hai potuto notare nella passata stagione, nessuno a Firenze è in grado di vincere un campionato, quindi che facciamo? La B mi sembra un buon compromesso tra la A e la Serie D… aspettiamo e vediamo che sanno fare, il sano scetticismo ci può stare.

      Fabio Bernardini Fabio Bernardini 4 Giu 2015 17:14 Rispondi
      • Beh, se nessuno è in grado di vincere un campionato è meglio rimanere dove siamo, rinforzare società, organico e settore giovanile (fondamentale !). Poi, casomai, riprovarci. Guarda che se ci si deve creare un pubblico, sano e fedele, l’unica maniera è lottare in campo, possibilmente vincere. Però, ripeto, sono pronto a ricredermi davanti ad un progetto serio. Spero con più fatti e meno proclami. Le scottature mi bruciano ancora….

        Sergio Tossi 4 Giu 2015 18:21 Rispondi
        • Se nessuno è in grado di vincere un campionato, ben venga qualcuno che ci prova da fuori Firenze. Tutto qua… non ho pregiudizi. Il tuo discorso sulla creazione del pubblico è sacrosanto. A quali proclami ti riferisci?

          Fabio Bernardini Fabio Bernardini 5 Giu 2015 11:59 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter