"Intelligenza cestistica unita all'etica del lavoro, ecco chi è Diego Banti"
Serie B

“Intelligenza cestistica unita all’etica del lavoro, ecco chi è Diego Banti”

Banti che esulta con la maglia di Piacenza (foto Repetti)
“Intelligenza cestistica unita all’etica del lavoro, ecco chi è Diego Banti”
Francesco Guidotti

Continua l’approfondimento dei nuovi arrivi della All Foods Fiorentina. Dopo Alessandro Grande adesso è la volta di Diego Banti, centro di 205 centimetri classe 1983 reduce da una buona stagione a Piacenza dove ha viaggiato a quasi 11 punti di media e 5,5 rimbalzi in poco meno di 25 minuti. Banti è però un giocatore navigato: ha avuto scampoli di presenze in serie A e disputato diverse stagioni in A2. Proprio nel 2015/16 il nativo di Pescia ha giocato nella seconda serie nazionale alla corte di Michele Carrea, coach che ha recentemente vinto il premio di miglior allenatore in A2. Proprio il tecnico milanese conserva un ottimo rapporto con lui, dopo averlo avuto anche a Casalpusterlengo.

Quali sono le caratteristiche migliori di Diego Banti?
“Sotto il profilo del gioco conosce benissimo le spaziature, sia da un punto di vista offensivo che difensivo, oltre ad avere un’ottima gestione del corpo che in giocatori del suo ruolo si vede raramente. Questo lo si vede in particolare durante le situazioni sia di rollante che di bloccante. Caratterialmente è la professionalità fatta persona, sicuramente è nella mia personale top 10 dei giocatori con la miglior etica del lavoro. La sua serietà non viene mai meno e la sua volontà di fare le cose al meglio per la squadra sono una garanzia per chiunque lo allena”.

Le vengono in mente giocatori a lui paragonabili del palcoscenico della serie A?
“Un paragone molto difficile. Credo che alla fine la struttura fisica di Diego lo abbia reso un giocatore particolare. E’ un grande rollante, ma per essere un gran giocatore di pick’n’roll anche in serie A avrebbe bisogno di una maggiore esplosività e una stazza che non ha. Però a fianco di un playmaker capace dà il meglio di sé, non a caso una delle sue più grandi stagioni l’ha vissuta con un passatore sublime come Matteo Bertolazzi a Vigevano. Inoltre per capacità, letture e tempismo ha dimostrato di poter stare bene in A2, come nella stagione qua a Biella in cui ha mantenuto la sua pericolosità”.

Come lo vedi nella Fiorentina 2017/18?
“Diego è un giocatore umile che dà quello che l’allenatore gli chiede. Questa è una grande dote. Mi sembra un roster, quello fiorentino, costruito con qualità e Banti con Berti si potrà esprimere ad alti livelli. E’ un giocatore esperto e serio, averlo in roster è assolutamente positivo e da parte mia sarò sempre un po’ suo tifoso perché ho un ricordo e un legame bellissimo con Diego”.

Diego Banti basketball mix

#Approfondimento – Scopriamo chi è Diego Banti, nuovo acquisto della All Foods Fiorentina, grazie a questo video.

Pubblicato da Firenze Basketblog su Venerdì 11 agosto 2017

Download App

Commenti

Serie B
Francesco Guidotti
@FraGuidotti

Atene 2004 & pallacanestro, qui Cupido ha scoccato la freccia. Cresciuto quando quasi 3000 fiorentini andavano al Mandela Forum per Everlast-Osimo. Ha collaborato per BasketInside, TeleIride, BasketMagazine e creato Barre Di Plutonio. Collabora con ItalHoop e Sportando. Studente di lettere moderne all’Università di Firenze.

Ancora in Serie B

Copyright © 2012 - 2017 Firenze Basketblog